Musei Il Correggio

Corso Cavour

CORSO CAVOUR
 
Nel 1887 il completamento della linea ferroviaria Reggio Emilia - Bagnolo - Correggio - Carpi determinò l’esigenza di un collegamento diretto tra la nuova stazione ed il centro storico. Il conseguente abbattimento di due terzi dell’antica Rocchetta segnò nel contempo la definitiva alterazione della fisionomia originaria dell’antica “Piazza del Castello”, fino ad allora chiusa sul lato meridionale dalla trecentesca fortificazione. Lungo il lato orientale della “Piazza”, che tra Settecento ed Ottocento ospitò anche il mercato del bestiame, si ponevano i palazzi dei da Correggio (il Palazzo dei Principi, l’odierno Teatro Asioli già Palazzo di Niccolò da Correggio, l’odierno Palazzo Cagarelli già “Palazzo antico” dei conti di Correggio), mentre sul lato occidentale si susseguivano i palazzi della nobiltà locale. Il caratteristico “dente” che chiude a sud Corso Cavour delimitava un’area, prospiciente il Palazzo dei Principi, dove tra XVI e XVII secolo si svolsero tornei di calcio “all’antica” tra squadre dei diversi Principati della zona (Guastalla, Novellara, Mirandola, Correggio). Oggi il corso rappresenta una delle più importanti vie d’ingresso al centro storico.
 
In 1887 the Reggio Emilia - Bagnolo - Correggio - Carpi railway line was completed, thus creating the need for a street directly connecting the new station with the centre of town. As a result, two-thirds of the ancient Rocchetta was demolished, definitively altering the original shape of  “Piazza del Castello” (Castle Square), which, until then, had been closed off on its southern side by the 14th century fortress. Along the eastern side of the “piazza”, which also housed the livestock market in the 18th and 19th centuries , were the palaces of the Da Correggio family (Palazzo dei Principi, the current Teatro Asioli, formerly Palazzo di Niccolò da Correggio, the current Palazzo Cagarelli, formerly the “Palazzo antico” of the counts of Correggio), while the local aristocracy lived in a number of noble houses on the western side. The jutting “tooth” on the southern edge of Corso Cavour marked off an area near Palazzo dei Principi where a traditional type of football was played in the 16th and 17th centuries , with tournaments involving teams from the various principalities of the region (Guastalla, Novellara, Mirandola, Correggio). The Corso is now one of the main streets leading into the old town.

 
Virtual Tour


CATALOGO OPERE
ibc patrimonio culturale
In collaborazione con Spal