I genocidi del XX secolo

Sabato 28 gennaio alle ore 16:00 inaugura, nella Galleria Espositiva di Palazzo dei Principi, la mostra "I genocidi del XX secolo" a cura del Mémorial de la Shoah di Parigi e realizzata in collaborazione con Proforma Memoria e con il sostegno dell'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna.

Sabato 28 gennaio alle ore 16:00 a Palazzo dei Principi inaugura “I genocidi del XX secolo“, mostra didattica a cura del Mémorial de la Shoah di Parigi, allestita fino al prossimo 26 febbraio nella Galleria Espositiva del Museo “Il Correggio” e realizzata in collaborazione con Proforma Memoria e con il sostegno dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Introduzione alla mostra a cura del Prof. Francesco Maria Feltri

Il XX secolo︎, spesso definito come il ︎Secolo dei genocidi︎, fu contrassegnato dalla volontà di alcuni governi al potere di procedere all︎’annientamento fisico e programmato di un gruppo di esseri umani.
Questa mostra propone un approccio comparato dei tre genocidi riconosciuti all︎’unanimità come tali︎: il genocidio degli Armeni dell︎’Impero ottomano,︎ il genocidio degli Ebrei d︎’Europa e quello dei Tutsi in Ruanda.︎
Originato dal greco genos (clan, gruppo) e dal latino caedere (uccidere), il termine “genocidio” fu coniato alla fine del 1943 da Rafael Lemkin, giurista ebreo polacco rifugiatosi negli Stati Uniti e riveste un significato giuridico molto preciso, differenziandosi per questo dagli altri crimini di massa︎. ︎Pulizia etnica,︎ ︎etnocidio,︎ ︎politicidio,︎ i crimini contro l︎’umanità rappresentanotutti delle infrazioni al diritto penale internazionale di gravità estrema︎, tuttavia non corrispondono a crimini di identica natura. Se tutte le sofferenze umane si equivalgono, ogni crimine di massa risponde ad una sua propria logica e persegue un obiettivo specifico.
Il Mémorial de la Shoah di Parigi, impegnato da oltre dieci anni nel promuovere attività di conoscenza e di prevenzione dei genocidi︎, insieme all︎’ Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, propone una mostra di vocazione didattica che offre a tutti i visitatori gli strumenti per comprendere i processi politici e culturali che hanno portato alla distruzione programmata di un popolo. Uno strumento di
vigilanza per il presente e per il futuro.

Comprendere il passato per illuminare il presente, questa è infatti la vocazione del Mémorial de la Shoah che è al contempo un museo, un centro di documentazione ed un luogo della memoria.
Primo centro di informazione europeo sulla persecuzione e sul genocidio degli Ebrei, il Mémorial de la Shoah di Parigi propone numerose attività volte a comprendere meglio la storia della distruzione degli Ebrei durante la Seconda guerra mondiale.
www.memorialdelashoah.org
Curatori scientifici della mostra: Georges Bensoussan, storico, responsabile editoriale del Mémorial de la Shoah, Joël Kotek, storico, d︎ocent︎e ︎presso l’︎Uni︎vers︎it︎é libre di Bruxelles e Yves Ternon, storico.


Fotografia: Eleanor Roosevelt, presidente del Comitato di redazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, vedova dell’ex Presidente americano, mostra un esemplare della Dichiarazione adottata dalle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, il giorno successivo all’adozione della Convenzione per la prevenzione e la repressione del delitto di genocidio. (Lake Success, New York, Stati Uniti, 1949).


I genocidi del XX secolo
A cura del Mémorial de la Shoah di Parigi
In collaborazione con Proforma Memoria e con il sostegno dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna
Palazzo dei Principi, Museo Il Correggio, Galleria Espositiva
28 gennaio 2023 | 26 febbraio 2023.
Inaugurazione: sabato 28 gennaio 2023, ore 16
Orari di apertura: sabato 15,30-18,30; domenica e festivi 10-12,30 e 15,30-18,30. Feriali su prenotazione.
Info: Museo Il Correggio, tel. 0522.691806 | mob. 331.4006441 | museo@comune.correggio.re.it

Ultimo aggiornamento

26 Gennaio 2023, 15:36