Musei Il Correggio

Baldassarre Aloisi detto il Galanino

Baldassare Aloisi detto il Galanino



Firmato e datato Baldassar Aloisi Bononien. MDCVII, questa grande pala raffigurante la Madonna con il Bambino in gloria e i santi Girolamo, Giovanni Battista, Paolo eremita e Rocco, proviene dalla chiesa di S. Sebastiano in Correggio, costruita, nelle forme originarie, nel 1502. Il quadro venne realizzato per disposizione testamentaria di Quirino Merli, sodale della Confraternita di S. Sebastiano. L'opera, che avrebbe dovito essere collocata sull'altare maggiore della chiesa entro un anno dalla morte del testatore, avvenuta nel 1600, lo fu alcuni annipiù tardi, nel 1607.  E' la data che compare anche sulla colonna dietro il cane in primo piano. La tela è trale poche oepre supertisti di Galanino, cugino per parte di madre di Agostino e Annibale Carracci. E di quella grande scuola il nostro autore fu uno degli esponenti di maggiore spicco e prestigio, come rilevato in numerose pubblicazioni dedicate ai Carracci, non ultimo "La scuola dei Carracci. I seguaci di Agostino e Annibale", a cura di E. Nigro e M. Pirondini.
Virtual Tour


CATALOGO OPERE
ibc patrimonio culturale
In collaborazione con Spal