Musei Il Correggio

Cimitero ebraico

L’attuale cimitero ebraico di Correggio è il terzo in ordine di tempo ad essere stato aperto a Correggio. Al primo, sicuramente esistente almeno dal 1459, del quale si ignora l'esatta ubicazione ma certamente all'interno della cerchia muraria, ne seguì un secondo, attivo dal Seicento e situato nell'area retrostante la trecentesca Rocca Nuova (nota anche come Rocchetta).
 Rimasto  in uso fino al termine degli anni Cinquanta dell'Ottocento (sebbene parziali alienazioni del terreno fossero già iniziate dal 1787), l'Ortazzo degli Ebrei venne smantellato subito dopo l'Unità d'Italia e già dal giugno 1869 si parla di soppresso cimitero israelitico, ex cimitero israelitico, già cimitero israelitico.

Nel 1781 un ordine emanato dal Governatore di Correggio per trasferire fuori dall'area urbana tutti i cimiteri, costrinse la Comunità ebraica a scegliere una nuova area che venne individuata in un piccolo appezzamento di terreno adiacente l’antico mulino dei da Correggio, dove peraltro pare sorgesse già unapiccola area destinata alle inumazioni. Alla fine del 1808 il cimietro fu ampliato con un nuovo terreno e il 9 dicembre dello stesso anno vi fu sepolto un bambino di undici mesi della famiglia Vienna.
Nel 1811 l'Università israelitica costruì le nuove mura di recinzione del cimitero, da allora rimasto in uso senza soluzione di continuità.

Oggi il campo, al quale si accede mediante in piccolo edificio, risulta esteso su circa 1.150 mq. ed ospita una settantina di tombe (la più recente è quella di Dante Finzi e risale al 1958) in due campi, divisi da un vialetto di bosso. Nelle lapidi predominano l’epigrafi in caratteri ebraici fino al 1873/1874, mentre nei decenni seguenti le iscrizioni sono in italiano. La prima epigrafe bilingue risale agli anni 1834/1835.

Il cimitero (V.le della Repubblica, 8) è visitabile nei giorni feriali e festivi previa prenotazione telefonica almeno 48 ore prima della data prescelta.

Rimane chiuso il sabato (da mezz’ora prima del tramonto del sole del venerdì ad un’ora dopo il tramonto del sole il sabato) e durante le festività ebraiche.

Info e prenotazioni:
Museo, tel. 0522 691806
Informaturismo, tel. 0522 631770

Traduzione inglese in allegato dopo le immagini



Veduta aerea del cimitero (evidenziato
in blu)







Il cimitero ebraico oggi
DOCUMENTI ALLEGATI
Traduzione inglese  Traduzione inglese  (42 Kb)

Virtual Tour


CATALOGO OPERE
ibc patrimonio culturale
In collaborazione con Spal